Porte laccate e laminate

Quando si scelgono le porte della propria casa, i dubbi più frequenti sono sempre: bianco o colorato? scorrevole o battente? laccato o laminato? Nella maggior parte dei casi, il bianco è la scelta ideale per mantenere uno stile neutro ma scegliere delle porte in legno o colorate, potrebbe dare un tocco di unicità alla tua abitazione Le porte scorrevoli invece, sono ottime per un bagno, cucinotto oppure sgabuzzino, invece quella a battente viene scelta nella maggiore parte dei altri casi. Il dubbio che rimane è: laccato o laminato? Ti sei mai chiesto che differenza c’è tra questi due prodotti?
Oltre alla finitura esterna, ciò che cambia è anche la costruzione interna del prodotto. (In molti casi le porte in legno o laminato sono identiche, ma le porte laccate Lessio si differenziano per l’artigianalità delle porte in legno)

Porte laccate o legno Lessio:
Anta Spessore 50 mm: 1. Bordi perimetrali in legno massiccio da 60 mm; 2. Pannello placcato con MDF da 6 mm  (Medium Density Fiber – un pannello di fibra a media densità composto da piccole particelle di legno) e con alveolare all’interno; 3. Rivestimento con impiallacciatura di legno nobile.

Stipite: (la parte della porta ancorata al muro) Costruzione in legno massiccio o legno listellare con uno spessore di 40 mm

Porte in laminato:
Anta: 1. Bordi perimetrali in legno di abete da 30 mm; 2. Pannello placcato con MDF da 3 mm  (Medium Density Fiber – un pannello di fibra a media densità composto da piccole particelle di legno) e con alveolare all’interno; 3. Rivestimento con pellicola di laminatino

Stipite: (la parte della porta ancorata al muro) Costruzione in MDF o legno listellare con uno spessore di 40 mm

 

Linea Easy - Lessio Porte

I vantaggi delle porte laccate e in legno Lessio:

• “Calore” del legno;
• Possono essere personalizzate in tanti modi e colori;
• Disponibili anche incise, pantografate e bugnate;
• Massima cura nei dettagli;
• Il legno ha una lunga durata;
• Facili da pulire;
La porta laccata può diventare l’abbinamento perfetto per i diversi stili, perché la sua struttura permette di essere lavorata (pantografata o incisa) ed essere comunque molto bella anche liscia.

I vantaggi delle porte in laminato:

• Resistenza ai graffi e agli urti;
• Facili da pulire;
• Meno delicate;



Una porta in laminato è adatta sopratutto per luoghi come le camerette dei bambini ed anche per gli uffici, essendo molto facili da pulire.

Una porta in legno richiede più lavorazioni rispetto ad una in laminato, che ha un processo invece più industriale. La porta in legno viene lavorata “artigianalmente“. I materiali utilizzati per una porta in laminato sono più economici rispetto a quelli di una porta in legno. La porta laccata può essere liscia, incisa, pantografata, bugnata; invece quella in laminato – nella maggiore parte dei casi è liscia. Il colore del legno può variare col tempo perché interviene un fattore naturale: i raggi del sole… cosa che non accade con il laminato.
In conclusione, non esistono delle regole per capire se è meglio scegliere le porte laccate o laminate. La scelta dipende dalle necessità, caratteristiche dell’ambiente, esigenze pratiche ed economiche e sicuramente dal gusto personale e dal design interno della casa.